NEWS

A UNA TAPPA DALLA FINE GERINI CONTINUA A DOMINARE AL TRANSANATOLIA RALLY 2019

Parola d’ordine? Nessuno spazio agli avversari. Anche oggi Maurizio Gerini sulla sua Husqvarna ha vinto tutte le prove speciali previste dal programma. La sesta tappa di questo Transanatolia Rally 2019 prevedeva un totale di 280 chilometri con due prove, appunto, la prima da 29 chilometri e la seconda da 85 ed entrambe portano la firma di Gerini. Il pilota AMX è partito fortissimo stamattina come spiega lui stesso al momento dell’arrivo a Mardin, in piena Mesopotamia, o meglio, quella che una volta, quando la studiavamo sui libri di storia, si chiamava Mesopotamia e che oggi invece è Anatolia Sud Orientale, in Turchia chiaramente. La frontiera con la Siria non è molto lontana da qui e per questo polizia e militari controllano ogni millimetro di questa zona. “La prima prova speciale era velocissima – spiega Gerini – al punto che per fare quasi trenta chilometri ci sono voluti solo 14 minuti” il che tradotto significa una media di quasi 120 km/h. “Nessuna difficoltà, né a livello di terreno né di navigazione. La seconda prova, invece, più lunga, è cominciata ugualmente veloce, ma poi si è fatta via via più complicata con diverse piste sinuose e qualche nota di navigazione a cui bisognava fare attenzione”. Veloce o navigata che fosse per Gerini comunque non faceva differenza visto che ha vinto la prima, appunto in 14’41” e la seconda in un tempo però che non è ancora stato reso noto perché ci sono stati dei problemi con i 15 minuti di neutralizzazione al rifornimento di benzina. Si sa che Gerini, ha vinto ma non ancora con quale tempo.   Francesca Gasperi continua...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 – 7. TAPPA

DOMANI ULTIMA TAPPA CON UN ARRIVO SPETTACOLARE A GOBEKLITEPE LA CITTÀ PIÙ ANTICA DEL MONDO Mardin – Erano da poco passate le due di pomeriggio quando i piloti hanno raggiunto Mardin, punto strategico della Mesopotamia in passato e oggi città dell’Anatolia sud orientale. Fa caldo, come ormai accade da due giorni, e il termometro supera tranquillamente i 40 gradi cosa che non infuisce però sulle prestazioni dei partecipanti. Al contrario stamattina si è corsa quella che probabilmente verrà ricordata come la speciale più veloce dell’intero Transanatolia Rally 2019. 29 chilometri in poco più di 14 minuti, il che tradotto significa una media oraria di 120 km/h. Non male per questa prima speciale di una sesta tappa che misurava un totale di 280 chilometri. Un lungo rettilineo sterrato e polveroso che ha portato i piloti a scatenare tutti i cavalli dei loro mezzi. Maurizio Gerini (Husqvarna) è stato, anche oggi, il più veloce e si è presentato al traguardo di questa ps da 29 chilometri con un totale di 14’20”, unico pilota moto ad essere andato sotto la soglia dei 15 minuti. Alle sue spalle il turco, Said Yusuf Çakir su Ktm che ha fermato i cronometri sui 15’41” battendo Nicola Quinto (Beta) – terzo nella classifica assoluta – per soli sette secondi. Quarto posto per l’inglese Richard Kaye (Ktm) e quinto per Marco Borsi (Husqvarna). La seconda speciale, la più lunga della giornata con i suoi 85 chilometri, era decisamente più impegnativa, veloce nella parte iniziale ma poi più sinuosa e navigata. Gerini ha vinto anche questa con un tempo di 1h.20’28” battendo Marco Borsi e Lorenzo Piolini (Ktm)...

A DUE TAPPE DALLA FINE MAURIZIO GERINI SEMPRE SALDO AL COMANDO FRANCESCA GASPERI PRIMA NELLA CLASSIFICA FEMMINILE

Nemrut – L’impero di Kommagene accoglie la carovana del Transanatolia Rally 2019 a braccia aperte. 3000 avanti Cristo la datazione di questi monumenti che tolgono il fiato, con il tramonto che riflette la luce del sole sulla tomba di Antioco I che veglierà per tutta la notte sull’ultimo bivacco di questa gara che anche oggi ha vissuto una giornata impegnativa, composta di oltre 348 chilometri e ancora tre prove speciali. L’escursione termica oggi per i piloti è stata formidabile: partiti con 12 gradi stamattina dal bivacco di Se Yaylasi hanno poi affrontato la giornata più calda di questa settimana con il termometro che ha toccato i 41 gradi. Stasera, di nuovo con un bivacco in altitudine, a 1900 metri, hanno ritrovato una temperatura non superiore ai 15°. Di che abbattere anche i fisici più temprati, ma non certo i piloti AMX che senza cedimenti portano avanti la loro gara. Maurizio Gerini Maurizio Gerini ha conquistato la vittoria anche in questa quinta tappa, caratterizzata da una prima prova speciale di 92 chilometri più altre due da 37 e 32. Gerini le ha vinte tutte e tre, al punto che i piloti che stanno combattendo contro di lui stasera gli hanno chiesto, per favore, di lasciare almeno una vittoria anche a loro. Al momento Gerini ha vinto quasi tutte le prove speciali, 14 fino ad ora, lasciandone solo una a Marco Borsi, qualche giorno fa. “Le cose sono andate bene anche oggi – spiegava il pilota ligure al traguardo di questa quinta tappa – e anche se mantengo un ritmo elevato cerco sempre di non commettere errori. Aprire la pista ogni...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 – 5. TAPPA

I PILOTI DIMENTICANO LA STANCHEZZA DI FRONTE AI COLOSSI DELLA TOMBA DI ANTIOCO SUL MONTE NEMRUT. DOMANI PENULTIMA TAPPA. Nemrut – Il tramonto in mezzo ai monumenti che sorvegliano da millenni la tomba di Antioco I lasciano senza fiato i piloti che stasera sono arrivati già sfiancati al traguardo della quinta tappa. Il Monte Nemrut con i suoi 1900 metri domina la valle regalando panorami ed emozioni che davvero riportano la mente al passato: 62 anni avanti cristo per la precisione. A tanto risalgono le figure erette in cima alla montagna a sorvegliare il sonno eterno di Antioco. E nonostante la stanchezza i piloti trovano la forza per percorrere una salita ripida di oltre 700 metri fino alla cima per assistere ad un tramonto che resterà per sempre stampato nella loro memoria. È questo il bello di un Transanatolia Rally 2019 che in cinque giorni ha tenuto in sella i piloti per oltre 14 ore – calcolando il tempo del leader della classifica moto – il che significa la metà delle ore al traguardo, per esempio, della Dakar 2019. La tappa di oggi, di 348 chilometri, ha richiesto ai piloti un tempo complessivo di 2h.58’45” che appartiene in particolare a Maurizio Gerini che ha vinto anche oggi tutte e tre le speciali attestandosi in prima posizione con un vantaggio che sfiora l’ora, per la precisione 54’55” su Marco Borsi che ha inseguito tutto il giorno conquistando il secondo posto nella prima ps, la più lunga della giornata e nella terza. Livio Metelli sfortunato nella prima tappa ha poi cercato di recuperare nelle altre speciali e ha chiuso terzo la...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 – 4. TAPPA

IL BIVACCO DI SE YAYLASI LASCIA IL TRANSANATOLIA FUORI DAL MONDO DELLA COMUNICAZIONE, IN UN VERO CONTATTO CON LA NATURA E LA QUIETE   Se Yaylasi Goreme – 1500 metri di altezza in mezzo ad una montagna con una strada che ieri pomeriggio ha messo a durissima prova tutti i mezzi assistenza, ancor più che quelli da gara. Il bivacco di Se Yaylasi scelto dalla Transanatolia Sport Organization per l’arrivo della quarta tappa del Transanatolia Rally 2019 è un paradiso incantato e incontaminato, e per rispettare la tranquillità della natura, ovviamente, nessun contatto con il mondo esterno è stato possibile per oltre 14 ore, dalle due di pomeriggio a questa mattina. Niente telefono, niente linea, ancor meno connessione. Tanto è vero che la direzione gara è stata allestita in un’altra località e per poter stilare classifiche e ordine di partenza si è dovuta attendere la tarda notte. Classifiche che non sono cambiate nella categoria moto nonostante qualche caduta importante ieri, per esempio per Francesco Tarricone (Beta), sbalzato da un sasso dalla sua moto e costretto poi a viaggiare insieme ad un altro pilota visto che aveva letteralmente distrutto la sua strumentazione. E la caduta anche di Nicola Quinto, in difficoltà anche lui con la sua Beta un po’ conciata male. Il più veloce è stato ancora una volta Maurizio Gerini (Husqvarna) che ha imposto alla gara un ritmo che nessuno riesce ad eguagliare. Lo ammette Marco Borsi (Husqvarna), sempre secondo assoluto al momento del via della quinta tappa: “Ho provato ad attaccare Gerini e nella prima prova speciale ci ero quasi riuscito. Quando siamo arrivati alla seconda speciale però,...

4° prova del trofeo enduro sport FMI 2018

Classifiche della 4° prova del trofeo enduro sport FMI 2018 CLASSIFICHE DOPO 4 GARE 2019 PROVE SPECIALI – assoluta classe PROVE SPECIALI – assoluta giornata PROVE SPECIALI – assoluta ranking PROVE SPECIALI – PS 1 – Classifica PROVE SPECIALI – PS2 – Classifica PROVE SPECIALI – PS3 – Classifica PROVE SPECIALI – PS4 – Classifica...

MAURIZIO GERINI INCREMENTA IL SUO VANTAGGIO AL TRANSANATOLIA RALLY 2019

È sempre saldamente al comando della classifica moto il pilota AMX Maurizio Gerini che oggi non solo ha vinto tutte e tre le prove speciali previste dalla terza tappa ma è riuscito anche ad incrementare il suo vantaggio sul suo, attualmente, più diretto inseguitore, Marco Borsi.   Il pilota ligure sulla sua Husqvarna 450 è partito fortissimo stamattina sapendo che Borsi avrebbe cercato di attaccarlo in tutti i modi e ha tenuto un ritmo abbastanza elevato, facendo però molta attenzione a non commettere errori. “Le speciali erano belle anche oggi – diceva Gerini al bivacco in Cappadocia – e la navigazione è sempre insidiosa. Io però mantengo alta la concentrazione e quando c’è qualche nota che non mi convince preferisco perdere qualche secondo e guardare meglio il road book e la pista piuttosto che commettere un errore. In speciale poi oggi mi sono accorto che Borsi si stava avvicinando e ho aumentato un po’ il ritmo, riuscendo non solo a vincere ma anche ad aumentare il mio vantaggio”. Al termine della terza tappa di sette, Gerini è sempre primo con 33’39” su Marco Borsi che sta diventando davvero il suo avversario numero uno. Francesca Gasperi si sta riprendendo dopo la caduta di ieri e per fortuna l’alluce del piede sinistro, davvero messo male, non ha evidenziato alcuna frattura. Partita alle spalle di Serena Borsi, la Gasperi oggi con la sua Husqvarna ha contenuto gli attacchi della pilota svizzera e ha chiuso alle sue spalle in tutti e tre i settori cronometrati che misuravano rispettivamente 73, 66 e 15 chilometri. “Commetto ogni tanto qualche piccolo errore – confessava Francesca al...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 – 3. TAPPA

LA GARA RAGGIUNGE LA CAPPADOCIA E GOREME CON UN’ALTRA GIORNATA ESTENUANTE Goreme – “Ogni giorno il livello si alza”. Lo dice Maurizio Gerini (Husqvarna), vincitore della tappa oggi per la categoria moto e sempre saldo al comando della classifica generale. “Questi luoghi sono incredibili ed arrivare in Cappadocia è stata davvero una emozione perché lo scorso anno eravamo solo passati da qui. Gli ultimi chilometri in mezzo ai Camini delle Fate sono stati pazzeschi”. Le tre speciali di una giornata lunga 248 chilometri, la più corta dell’intero rally, non sono certo state facili: “Sono contento perché anche oggi è stata una giornata intensa – prosegue Gerini – con una buona navigazione e le speciali si stanno rivelando veramente di livello. Ho avuto qualche piccola difficoltà in campo aperto perché su queste piste vulcaniche con tanti sassi è difficile mantenere la linea che si sceglie però sono riuscito ad aumentare il mio vantaggio sugli inseguitori”. In particolare su Marco Borsi che oggi è partito fortissimo con tutte le intenzioni di recuperare il suo svantaggio cosa che gli è riuscita sicuramente sugli altri avversari, visto che ora è secondo in classifica, ma non su Gerini che anzi, guadagna ancora qualcosina e si porta ora a 33’39” su Borsi che ora nella classifica assoluta precede Nicola Quinto, Richard Kaye e Francesco Tarricone. Quest’ultimo oggi ha disputato un’ottima tappa chiudendo 5° la prima e la seconda speciale, rispettivamente da 73 e 66 chilometri, e 4° la terza, da poco più di 15 chilometri. Ottima la prestazione dei due piloti turchi, İzzet KAZDAL (Ktm) settimo, e Said Yusuf ÇAKIR (Ktm) ottavo che hanno sorpassato...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 – 2. TAPPA

GERINI CONSERVA LA TESTA DELLA CLASSIFICA MOTO MENTRE FRA LE AUTO PASSA IN TESTA LA MITSUBISHI PAJERO DI BENAN ENGIN E UĞUR TEPE Maurizio Gerini conduce la classifica assoluta moto dopo una giornata estremamente impegnativa soprattutto in termini di navigazione. Ieri sera il comunicato riportava una classifica errata per un problema al sistema di cronometraggio che è stato ora risolto. Acigöl – Navigazione e solidarietà. Sono queste le parole chiave di questa seconda giornata di gara al Transanatolia Rally 2019. Se si esclude il leader della classifica assoluta moto, Maurizio Gerini (Husqvarna), tutti gli altri hanno viaggiato insieme, formando a volte delle coppie, a volte dei gruppi di tre o anche di quattro o cinque. Perché oggi era imperativo non perdersi e chi ha provato ad affrontare la prima prova speciale di 168 chilometri da solo ha cambiato idea, in più di qualche caso, e ha poi seguito un altro pilota. Il gruppo che inseguiva Gerini per esempio: Livio Metelli (Husqvarna), Nicola Quinto (Beta) e Marco Borsi (Husqvarna) si sono coalizzati e si sono ritrovati dopo circa cinquanta chilometri dal via insieme e da lì hanno proseguito fino al rifornimento e poi la fine del tratto cronometrato. Marco Borsi ha vinto la speciale, ma ha guidato questo trio perché Quinto ha sofferto di un problema al suo road book elettronico e Metelli, dopo il rifornimento, ha avuto lo stesso problema al suo porta road book. A pochi chilometri dal traguardo della prima speciale Maurizio Gerini, in testa fino a quel momento, ha commesso un errore di navigazione e quando ha ritrovato la strada giusta ha incontrato i tre che...

Classifiche quarta prova trofeo enduro FMI Leguigno di Casina

Clicca sui link e visualizza i PDF   PROVE SPECIALI – ASSOLUTA (1) PROVE SPECIALI – ASSOLUTA CLASSE (1) PROVE SPECIALI – PS 1 – Classifica – 2019-08-25 12.15.08 PROVE SPECIALI – PS2 – Classifica – 2019-08-25 13.25.30 (1) PROVE SPECIALI – PS3 – Classifica – 2019-08-25 14.31.55 PROVE SPECIALI – PS4 – Classifica – 2019-08-25 15.26.30 PROVE SPECIALI -ASSOLUTA RANKING SUP...

MAURIZIO GERINI COMANDA LA CLASSIFICA DEL TRANSANATOLIA RALLY DOPO LA PRIMA TAPPA

C’è il nome di Maurizio Gerini in cima alla classifica del primo giorno di questo Transanatolia Rally 2019. Il pilota AMX ha vinto tutte e tre le prove speciali della giornata concludendo con una prima posizione assoluta e un distacco dal primo di poco sopra gli otto minuti. Non male come inizio e il pilota ligure, che arriva al bivacco alle 16,30 circa, 15,30 ora italiana, non si lamenta di certo. “Stamattina sono partito con prudenza perché l’umidità della notte aveva reso estremamente scivolosa la speciale, soprattutto le parti in erba. Così non ho rischiato perché oggi la giornata era bella lunga”. Sia come sia, Gerini è uscito dalla prima ps del rally 2019 con un tempo di 27’05” che si è dimostrato da subito il migliore, e non solo. In molti sono caduti nei trabocchetti del road book commettendo diversi errori di navigazione, ma non Maurizio che non ha sbagliato nulla per tutto il tratto cronometrato. All’arrivo al bivacco, un pochino più stanco, esordisce così il pilota dell’Husqvarna: “Però, bella giornatina…” e considerando che siamo solo all’inizio… 378 i chilometri da percorrere oggi con tre prove speciali, le prime due composte di sterrati e mulattiere in mezzo alle foreste, rispettivamente da 24 e 155 chilometri, la terza da 47 km molto più aperta, in mezzo a lande desolate e sabbiose che hanno fatto pensare più di qualcuno alla Dakar in Sud America. Nella classifica assoluta di giornata Gerini occupa quindi la prima piazza con  1h.01’11” con un vantaggio di 8’29” su Livio Metelli, secondo assoluto e 9’58” su Nicola Quinto, in terza posizione. Francesca Gasperi, al suo primo...

TRANSANATOLIA RALLY 2019 • Cerimonia di partenza

IL TRANSANATOLIA RALLY 2019 SI PREPARA 24 AGOSTO:  CERIMONIA DI PARTENZA A BOLU PER GLI OLTRE 80 EQUIPAGGI AL VIA Abant Lake – Per la prima volta nella sua storia lunga nove anni il Transanatolia Rally comincia da 1300 metri di altezza. Per la precisione ad Abant Golu, nella zona nord ovest dell’Anatolia nella provincia di Bolu, in Turchia, dove la Transanatolia Sport Organization ha istituito il quartier generale della gara che si è aperta oggi con le tradizionali operazioni preliminari. Più di ottanta gli equipaggi transitati davanti ai punti di controllo istituiti dall’organizzazione e dalle federazioni, auto e moto, nell’intera mattinata, pronti a sottoporsi poi alle verifiche tecniche terminate nel primo pomeriggio. Alle 15.00 il briefing ha rappresentato il primo atto ufficiale per tutti i concorrenti – ben 84 al via quest’anno – per conoscere e scoprire meglio il percorso di un gara che quest’anno si presenta, al momento sulla carta, come una delle più difficili fin oggi organizzate. Alle 17 tutti i mezzi lasceranno Abant Lake per raggiungere la città di Bolu per la cerimonia ufficiale di partenza del rally. Dalle 18,30 tutti i veicoli, uno per uno, saliranno sul podio per un saluto e una presentazione, prima di rientrare in hotel e prepararsi per la partenza della prima tappa, domani mattina. “Ho sempre pensato che la Turchia fosse un Paese ricco di meravigliosi posti da visitare e scoprire – racconta uno degli organizzatori, Burak Büyükpınar – ed è per questo che ho affiancato nel 2012 Orhan Celen nell’organizzazione di questa competizione. La nostra missione è quella di farli scoprire al maggior numero di persone possibile attraverso...

7 giorni di avventura e storia

[Testo tradotto dalla Newsletter #5 ufficiale del Transanatolia Rally 2019 • Leggi l’originale]   Il road book della nona edizione del Transanatolia Rally è pronto e in questi giorni inizierà l’ultimo controllo della traccia solo per la riscrittura degli ultimi minuti. Sette tappe, dal 25 al 31 agosto e un itinerario che si snoda verso est, partendo dal lago Abant, Bolu. 1° GIORNO La carovana lascia il lago e si dirige verso Haymana: una tappa di 378 km composta da 3 palcoscenici speciali 2° GIORNO Partiamo da Haymana e ci dirigiamo verso il Lago Meke. Un giorno lungo 382 km e 2 tappe speciali: la prima tappa speciale è già stata toccata lo scorso anno e sarà difficile sia per navigazione che per lunghezza, parliamo infatti di 165 km. 3° GIORNO Iniziamo ad Acıgöl e non ci sarà alcuna fase di collegamento nel percorso. I concorrenti inizieranno a correre dall’area del campo con una tappa speciale. I 152 km del percorso di questo giorno, il percorso più breve con 246 km, sono suddivisi in 3 tappe speciali. Arrivo a fine giornata a Göreme. 4° GIORNO 371 km e di nuovo 3 tappe speciali: la prima tracciata all’interno di un vecchio lago prosciugato. Il percorso è abbastanza veloce e richiede una navigazione attenta, ma il divertimento è assicurato. Entro la 2a e la 3a tappa, tutti i concorrenti saliranno nuovamente le montagne percorrendo seguendo varie strade nelle foreste. 5° GIORNO La giornata si srotola su 348 km. Dopo la prima tappa di 90 km che corre su strade di alta montagna, seguiranno altre due fasi simili che porteranno tutta la...

AMX in Turchia e in Grecia, ma non certo in vacanza.

AGOSTO 2019. L’armata AMX si sta preparando a due belle trasferte in Turchia e in Grecia. Correremo infatti al Transanatolia Rally, in programma dal 24 al 31 agosto, e al Serres Rally, dal 28 agosto al 3 settembre. Ben 8 i piloti con i colori di AMX che si sposteranno verso est in due trasferte non facili. Al Transanatolia Rally in Turchia, Maurizio Gerini torna dopo l’esperienza del 2018 per riprendersi quel podio che gli era sfuggito per un soffio. Con lui una new entry, Francesca Gasperi, che parte per la sua prima competizione internazionale. Entrambi saranno in sella ad una Husqvarna: 450 per Maurizio, 350 per Francesca. La gara quest’anno cambierà il suo itinerario spostandosi verso sud est in un percorso all’80% inedito. La partenza dal lago Abant sarà domenica 25 agosto dopo le verifiche. La gara si concluderà il 31 agosto dopo 7 tappe, 18 prove speciali e circa 2.100 chilometri. Link al percorso del Transanatolia Rally. In Grecia ci saranno Graziano Sapuppo (Husqvarna 300), Marco Gandini (Ktm 950), Marco Ursini (Ktm 300), Gianpaolo Roncarati (Ktm 950), Andrea Zambelli (Ktm 500), Matteo Mattioli (Ktm 500): ad attenderli 7 giorni di gara, con un prologo di 20 chilometri il 28 agosto che determinerà l’ordine di partenza della prima tappa. Il Serres Rally misurerà complessivamente 1.619 chilometri di cui 1.260 circa di prove speciali. Link al percorso del Serres Rally. Le due gare prevedono ogni giorno da un minimo di 2 ad un massimo di 3 settori selettivi con chilometraggi complessivi, quotidiani, di 300 chilometri in media ed entrambe sono iscritte al calendario FIM Europe International Cross Country Rally. Segui la nostra avventura sui canali social e...

MOTORALLY QUARTA PROVA A SPELLO

Si chiamerà Motorally dell’Appennino la prossima prova del Campionato Italiano 2019, che si correrà questa domenica a Spello, splendida cittadina medievale umbra che fa parte anche dei “Borghi più belli d’Italia” con tanto di bandiera Arancione conferita dal Touring Club Italiano. Il gruppo battente bandiera AMX è come sempre molto numeroso. In testa c’è quel Maurizio Gerini che occupa attualmente la quarta posizione nella classifica Assoluta di Campionato, ad un solo passo da Jacopo Cerutti, terzo, e a 13 dall’attuale leader 2019, Alessandro Botturi. Gerini, su Husqvarna 450, secondo di classe, sempre alle spalle di Botturi, è ancora alla ricerca di una vittoria assoluta in questa stagione dopo il secondo posto assoluto di Montesilvano, nella seconda prova. Ad accompagnarlo, in Umbria, Luigi Martellozzo (Husqvarna 500) sesto assoluto e secondo di E 600, Marco Iob su Ktm 250 decimo assoluto e secondo di classe e Omar Chiatti, dodicesimo assoluto con la sua Yamaha 250, e terzo di classe B 250, per citare coloro che partiranno fra i primi trenta. Con Amx anche Sandro Calesini (Ktm), Marco Delmastro (Husqvarna), Roberto Zanetti (Husqvarna), Marco Gandini e Matteo Mattioli, entrambi su Ktm così come Lorenzo Maestrami e Riccardo Gnudi. Gian Paolo Roncarati, Matteo Manenti, Andrea Zambelli, Giuliano Marturano, Marco Bianchi, Flavio Taddia e Marco Ursini fanno sempre parte della spedizione AMX che sabato 8 giugno affronterà a Spello (Pg) le operazioni preliminari previste per il pomeriggio. 155 gli iscritti a questa quarta prova che domenica, con la regia del rodatissimo Moto Club Foligno, affronterà un percorso composto da due prove speciali, una da 22 e una da 18 chilometri rispettivamente. Questa quarta prova,...